Le iene – anticipazioni del 7 Aprile 2010

Mercoledì 7 aprile 2010 in diretta alle ore 21.10 su Italia 1 nuovo appuntamento con “Le Iene Show”, con servizi, indagini e reportage esclusivi. Al timone del programma, in diretta dallo studio 14 di Cologno Monzese, il trio composto da Luca e Paolo e Ilary Blasi.
Filippo Roma, a Napoli, fa luce sulla pratica della “falsa testimonianza“: persone che, in cambio di denaro, si rendono disponibili a testimoniare falsi alibi durante i processi. Assodato che questo tipo di figura esiste, la Iena, fingendosi un avvocato disposto a pagare per aiutare un cliente, testa fino a che punto questi individui sono disposti a giurare il falso in cambio di soldi. Partendo dalla cifra di 300 euro necessaria per comprare un testimone per un incidente stradale, il cachet lievita fino a 2.000 euro per una falsa testimonianza in un processo per rapina a mano armata. Roma tenta quindi di trovare una persona disposta a giurare il falso in un caso di omicidio; con una certa facilità  incontra chi, per 5.000 euro, sarebbe disponibile a “prestare i propri servizi” anche per questo tipo di reato.
Pablo Trincia racconta la storia di una ragazza, ai tempi minorenne, molestata (fisicamente e con chiamate telefoniche) dallo psichiatra che l’aveva in cura per aiutarla ad uscire dallo stato di depressione in cui si trovava. Ai microfoni delle Iene la giovane spiega di aver subito tali violenze per ben 2 anni e che ora, ormai maggiorenne, ha deciso di rincontrare quel professore in modo da chiarire, per quanto possibile, quella terribile vicenda.
Mauro Casciari indaga, all’indomani delle recenti elezioni regionali e comunali, su luci ed ombre del sistema elettorale italiano.
Internet è ormai uno strumento indispensabile per la nostra vita. Le Iene Angela Rafanelli e Marco Fubini indagano sul mondo degli internauti e, in particolare, sull’utilizzo di internet da parte di adolescenti dai 10 ai 15 anni. L’interesse che i giovanissimi mostrano nel sesso e nella capacità  di relazionarsi con gli altri all’interno della nostra società , si riflette perfettamente nel tipo di rapporto che i giovanissimi instaurano con internet. I ragazzi intervistati, infatti, utilizzano il web soprattutto per visitare siti porno o far parte di social network, in alcuni dei quali, tra l’altro, molti ragazzi “postano” foto fatte con l’autoscatto in pose assai provocanti. Le Iene intervistano anche uno psicologo che sottolinea come internet sia uno strumento molto potente all’interno delle nostra società  e che, per questo, andare contro di esso sia come rifiutare il progresso. Egli sostiene che molti genitori temono internet perché non lo conoscono; essi dovrebbero, invece, approfondirne maggiormente la conoscenza, supportare i giovanissimi con il dialogo e fornire loro gli strumenti per navigare in rete

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.