Le iene – anticipazioni puntata 6 Ottobre 2010

Mercoledì 6 ottobre 2010 in diretta alle ore 21.10 su Italia 1 nuovo appuntamento con “Le Iene Show”, con servizi, indagini e reportage esclusivi. In questa stagione al timone del programma ci sarà  l’ormai collaudato trio composto da Luca e Paolo e Ilary Blasi.

La Iena Luigi Pelazza si è recata a Pianosa, isola dell’arcipelago toscano ormai diventata parco naturale, dove in una carcere fino al ’98 erano reclusi detenuti in regime di 41 bis. Attualmente il carcere è chiuso, ma l’isola ospita, in un’altra struttura a regime articolo 21, 6 detenuti, interessati al reintegro nella società , selezionati in base alla loro condotta in carcere, al loro effettivo pentimento e alla volontà  mostrata di voler tornare a lavorare. La scelta dei detenuti non dipende dai reati commessi; non vengono ammessi solo coloro che si sono macchiati di reati di mafia. L’isola è ora praticamente disabitata, fatta eccezione di due guardie del carcere e dei detenuti, che gestiscono l’unico ristorante rimasto aperte e si occupano della ristrutturazione degli edifici sull’isola. I detenuti, quindi, lavorano, possono possedere un cellulare, vengono stipendiati e non sono rinchiusi nelle classiche celle, ma in stanze aperte notte e giorno. In questo modo viene data una seconda possibilità  a coloro che hanno sbagliato, ma che desiderano reintegrasi nella società .

Centinaia sono state le richieste di maggiori informazioni seguite al servizio di Giulio Golia sulla sclerosi multipla e sulle ipotesi del professor Paolo Zamboni e del professor Fabrizio Salvi. Tali ipotesi attribuiscono alla patologia un’origine non più neurologica, come da sempre viene trattata, ma cardiovascolare in quanto, secondo gli studiosi, causata dalla sindrome emodinamica (la C.C.S.V.I. o insufficienza venosa cronica cerebrospinale, in Italia non ancora considerata come malattia dal sistema sanitario) che produce un’ostruzione all’interno di alcune vene che portano il sangue dal cervello al cuore. Sarebbe proprio il “ristagno” generato dal flusso ridotto a causare delle infiammazioni e, successivamente, la sclerosi multipla.
A riguardo la Iena aveva intervistato alcune persone già  sottoposte all’intervento e di altre in attesa della partenza della sperimentazione, tra cui Nicoletta Mantovani, vedova di Luciano Pavarotti, che chiedeva delucidazioni in merito ai ritardi accumulati dalla partenza della sperimentazione, ormai giunti a diversi mesi dalla data prevista.
A fronte delle dichiarazioni di altre persone che raccontano di come la semplice operazione sia stata in grado di farli stare subito molto meglio permettendogli di compiere azioni prima impensabili, Golia decide di intervistare il Ministro della salute Ferruccio Fazio in merito alla sclerosi multipla e al perché il Ministero della Sanità  non abbia ancora annoverato tra le malattie riconosciute la C.C.S.V.I. (nonostante la patologia delle giugulari malformate sia stata riconosciuta nel settembre 2009 dal convegno mondiale dei chirurghi vascolari che ne hanno, inoltre, indicato il metodo di cura tramite “liberazione” per mezzo di una sonda e su cui la rivista scientifica più importante del settore – International Angiology – ha dedicato un numero monografico).

Le Iene indagano su un nuovo fenomeno del web: la Chatroulette. Si tratta di una videochat nata alla fine del 2009 a cui si accede in completo anonimato, composta da 2 finestre: la propria e quella scelta in modalità  random dal sistema ChatRoulette fra i milioni di utenti in linea nel mondo. Per cambiare interlocutore basta cliccare “prossimo” o “next” e ricercarne subito un altro per chattare. La Iena Jacopo Morini ha monitorato questo sito per 24 ore, annoverando tra la maggior parte degli iscritti ragazzi, anche molto giovani, che compiono “atti osceni e compromettenti”. Da qui la volontà  delle Iene di debellare questa “consuetudine” affidando una missione impossibile a due sex symbol, Francesca Fioretti e Melita Toniolo: le due ragazze si sfideranno a un gioco chiamato “Su le mani” e videochattando, dovranno convincere il maggior numero di utenti ad astenersi da questi atteggiamenti scabrosi e ad?alzare le mani.
Enrico Lucci ha incontrato i tre operai dello stabilimento di Nelgi licenziati dalla Fiat perché, secondo l’azienda, avrebbero interrotto la produzione durante una manifestazione sindacale interna. I tre uomini scioperavano per contrastare alcune decisioni della fabbrica, in particolare per l’aumento di produzione e dei carichi di lavoro. La Iena ha accompagnato, quindi, uno dei tre operai presso una fabbrica della Fiat in Polonia, dove si è potuto confrontare con un operaio polacco della stessa azienda.

La Iena Elena Di Ciocco va a trovare Gigi D’Alessio per indagare sull’originalità  della sua canzone intitolata “Libero”, prima traccia del suo ultimo album “Semplicemente sei” uscito a giugno 2010. Dalle ricerche effettuate dalle Iene, infatti, risulta che la parte iniziale e il ritornello di questo brano prendano in gran parte spunto dal successo di Bryan Adams “When you’re gone”. Dopo aver ascoltato le due canzoni, il cantante napoletano ammette un’effettiva somiglianza tra i due brani e gli viene, quindi, inflitta una divertente punizione: le Iene lo obbligano a cantare sulla base di “Libero” il testo in inglese del brano di Adams. Gigi D’Alessio, divertito, non sapendo nulla della lingua anglosassone, offre una nuova versione napoletanizzata di “When you’re gone”

Fonte: Comunicato Stampa

Rispondi