Rai5 sul digitale terrestre dal 26 Novembre 2010

Arte e spettacolo, viaggi e scoperte, musica e danza, moda e tendenze, costume e stili di vita, lirica e teatro, design e nuove tecnologie, documentari e film d’autore. Si chiama Rai5 ed è tutto dedicato all’“intrattenimento culturale” il canale del digitale terrestre che sostituisce Rai Extra e prende il via il 26 novembre, in concomitanza con il completamento dello switch-off in Lombardia e in Piemonte.

Cultura e culture per un canale semigeneralista in cui il telespettatore possa ritrovare il “lusso” e il “respiro” di un’offerta ricca e diversificata, capace di cogliere la complessità  del nostro mondo e del nostro tempo.
Un canale capace di recuperare la dimensione della narrazione, del racconto, che offre reportage, documentari, magazine, rubriche e programmi di entertainment.
Rai5 ha sede a Milano. Pensato per un pubblico attento, esigente, curioso, propone un’offerta diversa per ogni prima serata della settimana: musica rock e pop la domenica; grande documentaristica dedicata ai protagonisti del nostro tempo il lunedì; cinema il martedì; arte, tendenze e Made in Italy il mercoledì; spettacolo il giovedì; viaggi e territori il venerdì; teatro e danza il sabato.

Rai5 affida a importanti personaggi, che muteranno poi nel tempo, il compito di “rappresentare” i generi che compongono il palinsesto.
Il grande Gualtiero Marchesi rivelerà  ai telespettatori il suo ricchissimo percorso all’interno della cultura gastronomica e non solo. La scoperta dell’Arte e delle città  italiane sarà  affidata a Philippe Daverio, che percorrerà  la penisola alla ricerca delle innumerevoli ”meraviglie” del nostro Paese. Il popolare ballerino Kledi Kadiu farà  conoscere ai telespettatori il mondo della danza: un viaggio nell’universo del balletto in tutte le sue espressioni. Benedetta Mazzini esplorerà  l’Africa, i suoi luoghi, la sua storia e le sue curiosità , avendo come compagni di viaggio personaggi dello spettacolo. Omar Pedrini si occuperà  della musica pop e rock proponendo, insieme con un ospite ogni volta diverso, concerti live e documentari su grandi musicisti. A Gregorio Paolini sarà  affidato un rotocalco dedicato alla moda, al design, all’architettura e, in generale, alle ultime tendenze della creatività  italiana.

Nella serata dedicata all’intrattenimento Rai5 tributa un omaggio particolare a Renzo Arbore e alla sua “tv d’autore” con “….A lunga durata” e “ Doc Memories”.

Ad altri personaggi dello spettacolo e del mondo culturale il compito di invitare il pubblico alla visione di film e pièce teatrali in palinsesto: ognuno di loro suggerirà  “cinque buoni motivi” per non perdere il programma.

Nell’offerta di Rai5 altri importanti appuntamenti: “Cool tour”, un magazine preserale quotidiano condotto da Carlo Massarini sulle novità , sui gusti e sui consumi artistici e musicali del nostro tempo.
La mattina una fascia quotidiana dedicata alla musica classica, con i grandi concerti dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai e, ogni domenica mattina, uno spazio dedicato alla lirica, con la messa in onda delle opere più famose, corredate da una guida all’ascolto e da sottotitoli per facilitarne la fruizione.

Rai5 sarà  anche la rete degli eventi culturali: primo fra tutti l’inaugurazione della stagione lirica del Teatro alla Scala di Milano che sarà  trasmessa in diretta il 7 dicembre a partire dalle 16.30.

Per dare visibilità  alla tv di qualità , nasce la collaborazione con il Prix Italia, per portare sugli schermi i migliori programmi selezionati ogni anno fra le produzioni di 90 emittenti di tutto il mondo.

Nell’offerta di Rai5 non mancano i documentari italiani grazie al ricco catalogo di Rai Cinema e la collaborazione con Rai3.

L’identità  editoriale e il radicamento nel territorio fanno di Rai5 un canale certamente in sintonia con i temi e gli obiettivi dell’Expo. E’ per questo motivo che Rai, Comune di Milano ed Expo 2015 stanno da tempo collaborando per inserire nell’offerta del canale programmi che raccontino il percorso che porterà  al grande evento e ne sviluppino le tematiche. Questo lavoro comune darà  i suoi primi frutti già  dai primi mesi del prossimo anno con una trasmissione settimanale, che racconterà  “in presa diretta” le tappe di avvicinamento a un evento culturale di così alto livello le cui ricadute televisive (dibattiti, musica, spettacolo, ma anche attenzione alle realtà  territoriali in rapporto allo scenario internazionale) risultano evidenti.

Rai5 non è solamente un canale televisivo: si propone infatti di creare per i suoi utenti e con i suoi utenti, un “ecosistema Rai5”, nel quale offrire un habitat accogliente e stimolante, dove poter avere scambi con la rete e con altri fruitori. Per questo la presenza di Rai5 sul web è fondamentale e sarà  pensata in modo totalmente innovativo rispetto a quanto finora realizzato dai canali televisivi. Il sito  www.rai5.rai.it diventerà  un vero e proprio “cantiere di idee”, nel quale i telespettatori potranno facilmente entrare a far parte. Rai5, inoltre, è già  presente sui principali social network

IL PALINSESTO DI “PRIMA SERATA” (ORE 21)

Venerdì: Viaggi

La serata del venerdì si apre con Benedetta Mazzini che in  Africa Benedetta esplora l’Africa e i suoi luoghi, la sua storia e le sue curiosità . Nel suo viaggio Benedetta è accompagnata da personaggi dello spettacolo e della musica (Enzo Iacchetti, Max Gazzé, La Pina) che vivono con lei questa esperienza.

La serata prosegue con  Spain on the road, un divertente viaggio culturale e gastronomico alla scoperta della Spagna con Gwyneth Paltrow e la sua allegra banda di amici.

A seguire Rai5 ripropone il ciclo  Megalopolis, una serie di documentari di Francesco Conversano e Nene Grignaffini, dedicati alle grandi città  del mondo, alla loro straordinaria modernità  e alle grandi problematiche sociali. Si comincia con Tokyo.

Sabato: Danza e Teatro

La serata si apre con  Step – Passi di danza, un racconto per immagini che traccia il profilo dell’Universo danza, dal balletto classico alla danza contemporanea, da Carla Fracci e Rudolph Nureyev a Zizi Jeanmaire, da Roland Petit ai Momix e all’hip -hop. Il narratore è Kledi Kadiu, il famoso ballerino classico di origini albanesi reso celebre dalla tv.

A seguire, un personaggio dello spettacolo o della cultura invita il pubblico a seguire la pièce teatrale, raccontando i suoi  Cinque buoni motivi per non perdere il programma.

Si comincia con Shel Shapiro che “lancia”  Sarà  una bella società , uno spettacolo teatrale musicale scritto da Edmondo Berselli e dallo stesso Shapiro. Il confronto generazionale degli anni Sessanta attraverso le più popolari musiche dell’epoca.

Sabato 4 dicembre sarà  la volta di Neri Marcorè che introdurrà   La lunga notte del Dottor Galvan, uno spettacolo tratto da un divertente racconto di Daniel Pennac, con la regia di Giorgio Gallione. Protagonista del monologo è lo stesso Neri Marcorè, alle prese con le bizzarre avventure di un giovane medico tirocinante, Gerard Galvan.
L’11 dicembre, Luca Barbareschi introduce e interpreta l’ultimo Gattopardo ne  Il Sogno del Principe di Salina.

Domenica: Musica Rock e Pop

Omar Pedrini musicista e “filosofo”, soprannominato dai suoi studenti della Cattolica “Professor rock” conduce  Rock e i suoi fratelli, il programma che apre le serate musicali di Rai5. Ogni settimana Pedrini propone un concerto di musica pop o rock e un documentario su grandi personaggi e gruppi della scena musicale del nostro tempo.

Il primo appuntamento musicale è con un grande film dedicato ai Rolling Stones dal titoloShine a light diretto da Martin Scorsese. A introdurlo, insieme con Pedrini, sarà  Enrico Ruggeri. Domenica 5 dicembre si continua con una serata dedicata a John Lennon, in occasione dell’anniversario della sua scomparsa.

Lunedì: Documentari dedicati ai protagonisti del nostro tempo

Il palinsesto si apre con Gualtiero Marchesi, lo chef italiano più famoso nel mondo, che racconta il suo percorso di innovazione della cucina italiana ne L’arte della cucina totale, in cui arte, musica, teatro e letteratura sono ingredienti imprescindibili dei suoi menu.

A seguire, il ciclo di documentari dedicati ai protagonisti del nostro tempo si apre con un film di Emir Kusturica dedicato a Diego Armando Maradona. La settimana successiva un incontro con Paolo Villaggio e il suo mondo.

Martedì: Cinema

Il ciclo della programmazione d’autore comincia con  Io non sono qui, diretto da Todd Haynes, film biografico sulla vita di Bob Dylan.
La settimana successiva  L’appartamento spagnolo, di Cedric Klapisch sulla storia di alcuni studenti trasferiti a Barcellona per seguire il programma Erasmus e il 14 dicembre21 grammi, secondo film della cosiddetta “trilogia sulla morte” del regista messicano Alejandro Gonzalez Inarritu.

Mercoledì: Italy

La serata si apre con  Emporio Daverio. Un percorso attraverso l’Italia in cui Philippe Daverio mostra e racconta le innumerevoli meraviglie artistiche del nostro Paese, che diventeranno il pretesto per riflettere su storia, politica, economia, costume, tic alimentari. Una chiave di lettura originale che darà  vita a un’analisi del passato e del presente di ogni città  visitata.

A seguire  Il bello, il brutto e il cattivo un magazine settimanale ideato e realizzato da Gregorio Paolini, dedicato alla moda, al design, all’architettura e più in generale alla creatività  italiana. Se da una parte il programma evidenzierà  il bello nel fashion, nel design, nel made in Italy, il brutto denuncerà  imitazioni, cheap e cattivo gusto, mentre il cattivo metterà  in discussione luoghi comuni e rendite di posizione dando spazio alle realtà  più innovative del nostro Paese.

La serata si concluderà  con un ciclo intitolato  Spiriti liberi che comincia con unOmaggio a Berselli, il giornalista e scrittore recentemente scomparso che ha saputo raccontare realtà  e territori con originale lucidità  e appassionata ironia. Rai5 propone il meglio della sua produzione televisiva  Un paese chiamato Po e successivamente  Giù al Nord e  Su al Sud.

Giovedì: Spettacolo

Rai5 apre la sua offerta tematica del giovedì dedicando la serata a Renzo Arbore.  …A lunga durata racconterà  il suo mondo e la sua tv   “d’autore” con due segmenti di programma.

Nel primo,  Arbore e gli arborigeni, viene scoperto un Renzo Arbore diverso dal solito, raccontato da ospiti “eccellenti” come, fra gli altri, Domenico De Masi, Achille Bonito Oliva, Lino Banfi, Carlo Verdone, Gigi Proietti, Piergiorgio Odifreddi, che ripercorreranno le tappe di una carriera unica che ha cambiato il modo di pensare e realizzare la tv. Un affresco di come il mondo dello spettacolo, della musica e, più in generale, del costume del nostro paese si sono modificati negli ultimi cinquant’anni. Nella seconda parte della serata, con la complicità  di Elio e le Storie Tese andrà  in onda  DOC Memories, una selezione delle più belle puntate del programma musicale di Renzo Arbore dedicato alla musica live

GLI ALTRI APPUNTAMENTI DEL PALINSESTO

Cool tour (IN PRODUZIONE)
Magazine quotidiano di attualità  che scandirà  l’agenda delle maggiori iniziative culturali-imprenditoriali sul territorio. Dalla Fabbrica del Vapore di Milano Carlo Massarini proporrà  un percorso di scoperta delle innovazioni e trasformazioni del nostro tempo nella musica, nell’ arte, nel cinema, nella moda e nel teatro. Particolare attenzione sarà  data alla realtà  del web, strumento di indagine e racconto di come le nuove tecnologie stanno cambiando la nostra vita e il nostro modo di relazionarci e comunicare.

Incontri Ravvicinati
Galleria di ritratti e interviste ai protagonisti del mondo dello spettacolo, dell’arte, della cultura, del made in Italy, con il meglio del repertorio di Magazine sul 2, realizzato da Antonello Aglioti.

Passepartout (Quasi tout)
Rai5 ripropone ogni giorno una puntata del programma che ha innovato in maniera profonda il modo di parlare di arte in tv, con lo stile immediato e non accademico e le ormai proverbiali “provocazioni culturali” di Philippe Daverio.

Amori
Rai5 ripropone Amori, il programma di Simona Ercolani che racconta le storie d’amore di persone comuni e che solo al termine della puntata fa scoprire al telespettatore che, in realtà , la vicenda sentimentale è tratta dalla grande tradizione dell’opera lirica e della narrativa.

QB Quanto basta
Natascha Lusenti conduce un brillante reportage gastronomico e culturale che racconta i luoghi del gusto e del buon vivere di varie città  d’Europa, suggerendo itinerari e buoni indirizzi.

I documentari di Rai Cinema
Rai5 darà  spazio alla documentaristica di Rai Cinema, con un’offerta dedicata ai temi più vari.
Fra i primi titoli in programma Surfin’ Torino di Chiara Pacilli e Boosta, film che fotografa la città  in una veste del tutto originale, e due opere dedicate a grandi personaggi: A proposito di Suso Cecchi D’Amico di Luca Zingaretti e Dante Ferretti scenografo italiano di Gianfranco Giagni

Fonte: Comunicato Stampa

Rispondi