Una notte per Caruso su Rai1 l’8 Luglio 2011

Da Marina Grande di Sorrento, “Una notte per Caruso” torna venerdì 8 luglio in prima serata su Rai1, per la regia di Roberto Croce. Uno spettacolo per celebrare gli autori dei testi delle musiche italiane dall’Ottocento ad oggi, dai librettisti d’opera agli autori moderni, a volte autentici poeti. Protagoniste della serata saranno i versi delle canzoni rimaste nella storia. Da Caruso si ripercorrerà  la prima metà  del ‘900 fino agli anni Sessanta, epoca in cui si affermavano i primi cantautori e Domenico Modugno trionfava al Festival di Sanremo con Nel blu dipinto di blu. A Enrico Caruso è intitolato il premio assegnato ogni anno dalla città  di Sorrento ad un artista che abbia contribuito a diffondere la cultura italiana nel mondo. Quest’anno e’ stato assegnato a Giulio Rapetti Mogol, il piu’ popolare autore di testi in Italia degli ultimi anni. Il filo narrativo dello spettacolo sarà  affidato a un’inedita coppia formata da Sonia Grey e Luca Ward. Sul palcoscenico si alterneranno artisti italiani molto amati dal pubblico da Francesco Renga, che proporrà  un’interpretazione di Impressioni di settembre, a Ron, autore di brani indimenticabili, che eseguirà  una canzone di Adriano Celentano, L’arcobaleno, scritta da Mogol su musica di Gianni Bella, e poi Pensieri e parole, una delle canzoni più celebri realizzate da Mogol/Battisti.
Altri successi firmati da Mogol rivivranno nelle interpretazione di altri ospiti: Sal Da Vinci; la giovane e bella compositrice e cantante Nair; Vittorio Matteucci, cantante e attore protagonista accanto a Lola Ponce nel musical Notre Dame de Paris, Helena Hellwig, giovane cantante che ha collaborato con Andrea Bocelli e Ennio Morricone; la vincitrice dell’ultima edizione di X Factor Nathalie.
A rinnovare la tradizione del melodramma italiano ci sarà  il tenore Gianluca Terranova, che prossimamente interpreterà  proprio Enrico Caruso in una nuova produzione di Rai1. Partecipano al cast anche Mango, che offrirà  al pubblico Mediterraneo, scritto con Mogol, la diciottenne Micaela, seconda classificata allo scorso Sanremo Giovani, che interpreterà  Amor mio in omaggio alla grande Mina, e poi Nando Citarella e Gabriella Ajello, il gruppo dei giovani emergenti Antigua che eseguiranno Ma che colpa abbiamo noi, le percussioni del gruppo Batacoto. Il Maestro Sandro Comini guiderà  l’orchestra, affiancata dal Coro di Sorrento. I quadri coreografici sono ideati e realizzati dal coreografo italo-africano Mvula Sungani ed interpretati dalla prima ballerina internazionale Emanuela Bianchini e dagli artisti della Compagnia Mvula Sungani

Rispondi