Puglia – 6 milioni di euro alle emittenti locali

Finalmente possono respirare le 22 emittenti televisive ammesse ai finanziamenti del bando regionale destinato alle tv locali per il passaggio al digitale terrestre”. Lo ha detto, in una nota, il presidente della Commissione sanita’ della Regione Puglia, Dino Marino in merito alla decisione di andare incontro, con investimenti pubblici, a quelle aziende proprietarie delle televisioni che hanno progettato investimenti per oltre 14,3 milioni di euro per i quali riceveranno agevolazioni pubbliche per piu’ di 6 milioni.

”Abbiamo operato un intervento di emergenza – ha proseguito il presidente Marino – affinche’ le tv locali non muoiano, divorate dalla crisi e dalle grandi televisioni.

Stiamo salvando le nostre emittenti perche’ rappresentano uno dei fondamenti della democrazia e non possono essere soffocate dall’adeguamento alle nuove tecnologie. Ecco perche’ siamo intervenuti in questo difficile passaggio dall’analogico al digitale. Stiamo dando la possibilita’ alle emittenti locali di crescere, di migliorare le trasmissioni e i servizi ai cittadini, soprattutto dando occupazione”.

L’importo degli investimenti che le imprese progettano di realizzare e’ strettamente legato alla potenza di trasmissione degli impianti, quindi – conclude Marino – piu’ questa e’ alta, piu’ cresce il valore massimo degli investimenti ammissibili, che possono essere compresi tra un minimo di 300 mila euro e un massimo di 1,5 milioni di euro.

Sono soddisfatto anche per l’ammissione di quattro emittenti della provincia di Foggia: Telefoggia srl, Teleradioerre srl, Teledauna srl e Teleradio San Severo scarl

Fonte: Asca

Rispondi