Digitale terrestre – segnale disturbato a Rimini Galasso scrive alla Rai

L’Amministrazione provinciale di Rimini continua a ricevere numerose lettere e telefonate di cittadini che protestano per i gravi disturbi alla ricezione del segnale televisivo digitale della Rai.
Inizia così la lettera che l’Assessore al sistema informativo e alle reti telematiche della Provincia di Rimini, Mario Galasso, ha inviato ieri al Presidente del Co.Re.Com (Comitato Regionale per le Comunicazioni) Emilia Romagna, Gianluca Gardini, al direttore del digitale terrestre Rai, Luca Balestrieri, e al direttore di Lepida, Gianluca Mazzini, per segnalare i numerosi disservizi di segnale televisivo ancora in essere sul territorio riminese.

Gli uffici coinvolti — continua Mario Galassso — hanno trasmesso le informazioni e le raccomandazioni di riposizionare le antenne e disintonizzare gli apparecchi televisivi, così come emerso nel corso della riunione del 10 luglio a Bologna, presso la sede della Regione Emilia Romagna. Nonostante questo il segnale digitale della Rai sul territorio della provincia di Rimini ha tuttora una qualità  scadente e non accettabile. A due anni dal passaggio dalla tecnologia analogica a quella digitale tale disfunzione appare gravissima ed incomprensibile, e gli utenti paventano il boicottaggio del pagamento del canone televisivo per il prossimo anno. Chiedo dunque formalmente di attivarsi, urgentemente e secondo gli impegni presi nell’incontro del 10 luglio, al fine di risolvere i gravi problemi segnalati e che nel tempo non hanno trovato soluzione

Rispondi