Voyager – La nuova era su Rai2 dal 7 Gennaio 2013

voyagerLa data fatidica del 21 dicembre 2012 è passata e il mondo non è finito… anzi!
Come promesso, Voyager torna con una nuova serie, a partire da lunedì 7 gennaio, in prima serata, sempre su Rai2.
Come è stato spiegato molte volte, i Maya non avevano annunciato nessuna fine del mondo. Al contrario le leggende parlano dell’inizio di un tempo di rinnovamento e di pace. E proprio a questa speranza si ispira il nuovo sottotitolo del programma: Voyager – La nuova era.
Tante le novità  previste per questa 23esima serie, a cominciare dallo studio completamente rinnovato e dominato da una piramide alta 7 metri, da cui partiranno i contributi con le nuove indagini di Voyager.
Molti i temi che verranno affrontati, a volte suggeriti dagli stessi telespettatori attraverso la pagina Facebook della trasmissione, che ha ormai sfondato il muro dei 130 mila fan, tra i primi programmi Rai – il primo tra quelli di divulgazione – per numero di contatti. E proprio da quest’anno gli utenti della rete potranno trovare sul sito www.voyager.rai.it e sulla pagina Facebook di Voyager anticipazioni, filmati dietro le quinte e documentari on demand.
Nella prima puntata, la 180esima in 10 anni, Roberto Giacobbo condurrà  un’indagine alla ricerca di una delle creature più misteriose e sfuggenti: lo Yeti. La squadra di Voyager ha raggiunto una località  sperduta della Siberia, dove secondo alcuni scienziati e diversi testimoni oculari vivrebbero gli ultimi esemplari del leggendario uomo delle nevi. E la spedizione è tornata in Italia con un reperto sorprendente, che si trova ora presso i laboratori dell’Università  di Roma Tor Vergata per l’esame del DNA. I risultati delle analisi, che potrebbero fare chiarezza sul mistero dello Yeti, saranno svelati nel corso della trasmissione.
E non solo. Si parlerà  anche degli aspetti più segreti e controversi del Regime Nazista e dell’ossessione di Hitler e degli altri gerarchi per le discipline esoteriche.
Infine, l’ultima indagine esaminerà  un caso poco conosciuto ma davvero incredibile, un evento prodigioso registrato e testimoniato da migliaia di persone alla fine del ‘700: oltre 120 immagini della Madonna – a Roma e in tutto il Centro Italia – che cominciarono ad animarsi, prima dell’arrivo dell’esercito di Napoleone

Rispondi